Come soddisfare i requisiti del regolamento UE sulla tassonomia con dati limitati

Conformità normativa 18 novembre 2021

Clarity AILa soluzione EU Taxonomy aiuta gli investitori a colmare le lacune nella copertura dei dati sulla sostenibilità

È evidente che il mercato non è in grado di stabilire quale sia l'esigenza degli investitori di fornire informazioni in relazione alla tassonomia dell'UE e quale sia il tipo di dati disponibili per fornire tali informazioni. La domanda che gli investitori si pongono è: come possiamo ampliare la copertura dei dati in nostro possesso mantenendo la qualità e soddisfacendo i requisiti normativi? 

Clarity AI utilizza modelli per prendere le informazioni disponibili e creare la nostra migliore analisi per informare i requisiti di reporting. Per dare vita a questa modellazione abbiamo creato un esempio di come valutiamo l'attività della tassonomia dell'UE (vedi illustrazione sotto). Utilizzeremo un esempio dei criteri tecnici per determinare se il vostro investimento sta dando un contributo sostanziale.

L'esempio riguarda la mitigazione dei cambiamenti climatici, nello specifico la trasmissione e la distribuzione di energia elettrica. Esistono 3 diversi criteri per valutare se l'attività è sostenibile o meno. Il primo criterio del regolamento è se il sistema è un sistema europeo interconnesso, determinando quali aree si vendono e in quali sistemi si opera. Se la risposta è negativa, ovvero se vendono al di fuori del sistema europeo interconnesso, si passa al secondo criterio del testo normativo, i fattori di emissione. Analizziamo la media delle emissioni del Paese in cui opera l'azienda e valutiamo se è inferiore a 100 gCO2 per KWh. Se il fattore di emissione medio non è inferiore a questa cifra, passiamo al terzo criterio, la capacità di generazione. Prendiamo in considerazione un periodo di cinque anni, come previsto dal regolamento, e valutiamo la capacità installata durante questo periodo, se soddisfa i criteri tecnici di meno di 100gCO2 per KWh. Se soddisfa i criteri, allora è conforme, altrimenti non contribuisce alla tassonomia.

Questo è un esempio concreto di come si possano utilizzare i pochi dati disponibili in modo sistematico e metodico per ottenere risultati. Abbiamo messo insieme diverse informazioni per fare una valutazione, attività per attività, sfruttando i dati disponibili. L'utilizzo di tecnologie avanzate come l'intelligenza artificiale, l'apprendimento automatico e l'elaborazione del linguaggio naturale rende questo possibile per molte normative specifiche quando si valuta se un'azienda soddisfa o meno i requisiti normativi.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per saperne di più e ricevere approfondimenti continui da Clarity AI.